Sistema Piemonte - Alluvione 2000 homepage

Risorse
Modalità di segnalazione danni e
richiesta contributi alla Regione

alluvione2000@sistemapiemonte.it 

Modalità di segnalazione danni e richiesta di contributi in applicazione dell'art. 4-bis della legge 11 dicembre 2000, n. 365

La prima fase di emergenza conseguente all'evento alluvionale dell'ottobre-novembre 2000, per la quale l'Ordinanza 3090 prevedeva l'erogazione di acconti al fine del rapido rientro nelle abitazioni e della ripresa delle attività produttive, può considerarsi conclusa.
Infatti il termine per la presentazione delle domande ai sensi della suddetta Ordinanza è scaduto il 15 gennaio 2001.

Attualmente è quindi in corso una fase di post-emergenza e di ricostruzione, normata dalla Legge 365 dell'11 dicembre 2000 (di conversione del D.L. 279 del 12 ottobre 2000).
Tale Legge è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale 288 del 11/12/2000 (ripubblicazione si G.U. n.5 del 8/1/2001) e prevede, all'articolo 4-bis, le modalità di segnalazione danni e richiesta contributi.
In seguito sono state emesse la Direttiva di applicazione dell'articolo 4-bis (G.U. n.35 del 12/2/2001) e la Circolare regionale n.1/LAP (S.O. 2 al B.U.R. n.8 del 21/02/01).

Sono previste due categorie di benefici:

1. ai soggetti privati proprietari di immobili, beni mobili e beni mobili registrati danneggiati dagli eventi calamitosi dell'autunno 2000:
· La domanda di contributo secondo il modello allegato "A" alla Direttiva (ed eventualmente la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, redatta secondo il modello allegato "B" alla Direttiva), sottoscritta dal proprietario o dal titolare del diritto reale (nel caso dei beni immobili), deve essere presentata, entro l'11 maggio 2001 (il termine originario del 21 aprile stato prorogato), presso il Comune in cui è sito l'immobile del soggetto richiedente oppure ove si trovava il bene mobile registrato durante l'evento calamitoso.
· Il comune, accertata la completezza delle domande ricevute, provvede al calcolo del contributo ed alla definizione del beneficio spettante, comunicandolo all'interessato e alla regione mediante il modulo riepilogativo. La liquidazione del contributo può avvenire per erogazioni successive, purché i riepiloghi siano trasmessi entro i 3 mesi successivi al termine del 23 aprile (prorogato all'11 maggio). Il modulo riepilogativo va inviato a:

REGIONE PIEMONTE
Direzione Opere Pubbliche - Ufficio danni alluvionali ai privati
Corso Bolzano 44 - 10122 TORINO

2. alle imprese industriali, artigiane, agro-industriali, agricole, alberghiere, commerciali e di servizi, agenzie di viaggi, pubblici esercizi, studi professionali, società sportive danneggiati dagli eventi alluvionali dell'autunno 2000
· La domanda di contributo secondo il modello allegato "C" alla Direttiva, deve essere presentata, entro l'11 maggio 2001 (il termine originario del 21 aprile stato prorogato), presso:

REGIONE PIEMONTE
Ufficio danni alluvionali imprese
Via XX settembre 88 - 10122 TORINO

Le imprese agricole devono invece presentare le domande alla Comunità montana se esistente, altrimenti alla Provincia, entro il 21 maggio 2001.
· Entro 12 mesi dalla concessione dei benefici i soggetti richiedenti devono presentare alla regione apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà redatta secondo il modello allegato "D" alla Direttiva, oltre a relazione analitica contenente la descrizione degli interventi effettuati.

Le somme percepite ai sensi dell'Ordinanza 3090/2000 sono da considerarsi acconti sulle somme spettanti ai sensi della Legge 365 e relativa Direttiva applicativa.

Ulteriori chiarimenti ed eventuali provvedimenti successivi sono raccolti nella sezione "Normativa d'urgenza e modulistica" sul sito regionale.

Allegato A
Allegato B
Allegato C
Allegato D
Direttiva
Circolare regionale
Modulo riepilogativo scheda xls_c

 

 

 

 

 


 


Csi-Piemonte